Lavori in Cartongesso Milano

Contropareti in cartongesso

contropareti in cartongesso

Le contropareti sono lastre in cartongesso utilizzate per dividere gli ambienti, al fine di ottimizzarne le prestazioni in termini di risparmio energetico, confort, fruibilità degli spazi, isolamento acustico, isolamento termico.
Il cartongesso è una lastra di gesso applicata in edilizia per delimitare gli spazi senza opere murarie, isolare acusticamente gli ambienti, tenere sotto controllo l’umidità, proteggere dal fuoco. Proprio tale versatilità ha determinato nel tempo un sempre maggiore uso per la realizzazione di contro-soffittature, pareti e contropareti.

Soprattutto nel campo del restauro, le contropareti in cartongesso vengono utilizzate per riportare a nuova vita vecchie murature, consentendo di ospitare impianti elettrici, canalizzazioni e condutture sanitarie. 

Vantaggi delle contropareti in cartongesso nelle ristrutturazioni edili

Tra i lavori più frequentemente richiesti vi è la realizzazione di contropareti in cartongesso, queste sono utili a nascondere irregolarità della parete sottostante oppure a nascondere fili elettrici, impianti idraulici, o termoidraulici. Questa soluzione è molto richiesta poiché anche economica, infatti, elimina i costi legati all’esigenza di dover fare delle tracce per gli impianti, evita i costi relativi alla stuccatura e all’intonaco. Inoltre nascondere gli impianti dietro una controparete consente in caso di guasto anche un intervento più veloce, meno invasivo e quindi meno costoso. 

Le contropareti sono ottime per operazioni di rasatura, sono facilmente decorabili e spesso impiegate in ristrutturazioni e adeguamenti edili.
Rispondono a tutte le esigenze di sicurezza in termini di:

La posa della parete in cartongesso richiede un particolare abilità, proprio per questo è bene evitare il “fai da te”, ma soprattutto in base alle esigenze può essere eseguita con diverse tecniche.

In primo luogo si possono utilizzare contropareti in cartongesso senza struttura metallica, questa soluzione è possibile soprattutto per le pareti verticali, meno consigliato in caso di controsoffitto. Ha il vantaggio di evitare la perdita di centimetri legata alla presenza di una struttura metallica e consente ugualmente di avere una struttura regolare. Le contropareti in cartongesso senza struttura metallica vengono applicate con l’uso di uno speciale collante, è molto importante però che le pareti siano abbastanza regolari, in caso contrario la loro irregolarità, ad esempio se i muri sono fuori squadro, si ripercuote sulle pareti in cartongesso. Per questo tipo di posa in opera è molto importante che la parete su cui si lavora sia perfettamente pulita, priva di polvere e altri residui, in questo modo la tenuta è assicurata.

Una volta applicata la controparete in cartongesso, sulla stessa è possibile comunque applicare quadri, televisori o altri suppellettili, infatti il cartongesso ha comunque una buona resistenza.

L’applicazione di una controparete in cartongesso con struttura metallica consiste nella realizzazione di una struttura metallica che può essere o meno indipendente dalla parete sulla quale si lavora e che consente di avere elevate prestazioni sotto ogni punto di vista. La realizzazione della struttura metallica richiede una particolare abilità.
In commercio oltre alle classiche lastre in cartongesso vi sono anche quelle arricchite con lana roccia. La lana di roccia è un materiale ottenuto da rocce eruttive, basaltiche, dolomie, a cui vengono aggiunti collanti. Tra le qualità che la rendono particolarmente utilizzata vi è l’essere ignifuga, in grado di isolare termicamente e acusticamente, non assorbire acqua e umidità. Proprio per queste proprietà consente di realizzare un sistema di coibentazione che migliora le prestazioni termiche dell’abitazione.

Per avere isolamento ci sono due soluzioni: la prima prevede la realizzazione di una prima controparete in lana roccia a cui si sovrappone una seconda lastra in cartongesso. La seconda soluzione è più pratica soprattutto per quanto riguarda la posa in opera, infatti, consiste nell’applicare un’unica lastra formata da un primo strato in cartongesso, un secondo strato centrale in lana roccia e un terzo strato in cartongesso. Realizzare una controparete in cartongesso con lana di roccia consente di avere una riduzione di perdita di calore e risulta particolarmente conveniente in tutte quelle strutture in cui non è possibile realizzare un cappotto esterno all’abitazione, come nel caso in cui l’immobile sia colpito da vincolo storico, oppure si vive in condominio. 

Contropareti per combattere l’umidità 

Uno dei più grandi nemici del comfort abitativo e dell’estetica delle abitazioni, in particolare se non di recente costruzione, è l’umidità. Questa i favorisce la formazione di muffa rendendo antiestetico l’ambiente la quale, oltre a dare un pessimo impatto visivo risulta essere dannosa per la salute. Purtroppo fermare l’umidità in casa non è semplice, in particolare se si tratta di umidità di risalita oppure nel caso in cui in casa siano montati infissi in alluminio senza taglio termico. Questo materiale infatti è molto resistente, ma non di certo l’ideale per la tenuta termica dell’ambiente.

 
Oggi in edilizia la soluzione maggiormente adottata per eliminare i segni della muffa è il cartongesso: un materiale versatile, semplice da montare, che non richiede opere murarie e di conseguenza consente di eliminare il problema in breve tempo e senza costi eccessivi.

Affidandosi a professionisti si può realizzare la controparete in cartongesso contro l’umidità. Si tratta di una particolare tipologia di cartongesso che si riconosce per il colore verde, viene denominato cartongesso H, in quanto idrorepellente. Il cartongesso anti-umidità è pensato proprio per le parti delle abitazioni o altre tipologie di locali in cui vi è un’elevata presenza di umidità, come cucina, bagno, cantina, pareti esposte a nord e particolarmente fredde, oppure nelle stanze in cui vi è umidità di risalita. L’umidità e la conseguente muffa è creata dal contrasto tra la parete fredda e l’aria calda delle stanze riscaldate. Il segreto è nel rivestimento della lastra di cartongesso realizzata con materiale idrorepellente e che quindi ha un basso assorbimento di acqua. Per rendere una lastra di cartongesso idrorepellente si aggiungono fibre di vetro, dal punto di vista tecnico queste rendono le lastre dure e resistenti, ma soprattutto capaci di resistere all’umidità e evitare la formazione di muffe. Il particolare colore verde è dovuto proprio alla presenza di fibre di vetro.

Realizzare una controparete in cartongesso anti-umido non richiede particolare abilità, infatti, la tecnica di applicazione è la stessa prevista per le lastre normali. Per aumentare l’efficienza, la controparete in cartongesso per umidità può essere applicata dopo il montaggio di pannelli in polistirolo che realizzano un vero e proprio cappotto.

Un’altra soluzione contro l’umidità è data dall’accoppiare il polistirene siliconato al cartongesso. Il cartongesso può avere anche funzione isolante, in questo caso è possibile avere un comfort acustico elevato, particolarmente gradito nel caso in cui in casa c’è bisogno di tranquillità e privacy. Per avere tale effetto la lastra in cartongesso viene arricchita con uno strato fono-isolante, come il polietilene.

Per chi vuole elevate prestazioni la soluzione è il cartongesso pre-accoppiato con uno strato di granuli di gomma conglomerati. Il loro effetto è quello di rendere la parete impenetrabile al suono e particolarmente usato nelle strutture in cui i muri divisori sono molto sottili, oppure nel caso in cui c’è bisogno di silenzio per raggiungere la concentrazione, come tra gli spazi di uso comune e uno studio.

La serie di lastre in cartongesso funzionali termina con quello ignifugo che si contraddistingue per il colore rosa e arricchito con fibre di vetro e vermiculite. Questo è particolarmente utilizzato nei locali in cui vi è un elevato rischio incendio, come ospedali, strutture sanitarie in genere, locali industriali e commerciali.

I prezzi delle contropareti

 Realizzare delle contropareti in cartongesso, come già accennato in precedenza, è particolarmente conveniente dal punto di vista economico. Questo avviene perché vengono ridotti notevolmente i tempi dei lavori, è possibile bypassare opere murarie necessarie per nascondere fili elettrici, tubature di scarichi, inoltre non richiede l’applicazione dell’intonaco.

Dal punto di vista estetico può essere imbiancato e verniciato con un’ottima resa estetica delle vernici normalmente usate sulle pareti. Questo vuol dire che nessuno si accorgerà della presenza di cartongesso. Determinare un preventivo per il cartongesso a Milano non è semplice perché molto dipende dal singolo lavoro da eseguire. Il primo costo da affrontare è quello relativo ai materiali.

I prezzi delle contropareti in cartongesso dipendono dal tipo di lastra che si deve utilizzare per risolvere lo specifico problema da affrontare. A questo costo deve aggiungersi quello per la posa in opera, anche questo dipende dal tipo di lavorazione richiesta dal cliente, infatti, è possibile realizzare anche contropareti in cartongesso curvo che richiedono particolare maestria per raggiungere i risultati desiderati. Sulle contropareti è necessaria comunque la tinteggiatura da scegliere in base ai propri gusti personali e che va ad incidere sul prezzo finale del lavoro da eseguire.

Alcune realizzazioni di contropareti in cartongesso

Top